ASHTANGA YOGA

L’Ashtanga Yoga, così come insegnato da Pattabhi Jois, combina tra loro una forma di respiro profondo e nello stesso tempo solo leggermente udibile, realizzato con la pratica dell’ujjayi pranayama, “chiusure energetiche interne chiamate bandha, e punti di direzione dello sguardo (drishti) in sequenze di asana collegati tra loro dal vinyasa (sincronizzazione di respiro e movimento).  Con una pratica continua si possono ottenere forza, elasticità e grazia di corpo e mente. La pratica dell’Ashtanga Yoga è preferibile farla nelle prime ore del mattino.

MI piace svegliarmi al mattino presto e praticare Ashtanga Yoga, ridà vita al nostro fuoco interiore. È sicuramente una pratica dinamica e molto attiva dove le asana si apprendono in un ordine preciso e rigoroso, ma per questo motivo la pratica può diventare una meditazione in movimento, un mantra o una danza che possiamo eseguire senza distrarci, rimanendo nel flusso del respiro. Fisicamente sento che trasforma rapidamente il nostro corpo facendoci sentire più forti ed elastici. Mentalmente ci dona una grande concentrazione e stabilità.”
Paola Raho